Residenza Privata, Roma, 2006

A Roma, nella ristrutturazione di questo attico e superattico del quartiere Esquilino, la scoperta del sottotetto e delle travi antiche è stata determinante per lo sviluppo del progetto.
L’abitazione si articola su due livelli, con un’ampia zona giorno al piano terra e le camere da letto e i servizi privati al piano superiore. La fluidità e il contatto tra i piani non si perde mai grazie alla doppia altezza e alle vetrate realizzate sulle pareti perimetrali delle camere, studiate in modo da mantenere la privacy di chi le occupa.
Una delle pareti della cucina è realizzata completamente in vetro con ante scorrevoli

 

CGR